EU Cookie Law Script 1

We use cookies here at C.A.N. Isola to ensure that you get the best user experience. To continue using our site, please allow cookies.

Accetto | Abbandona
Comunità Autogestita della Nazionalità Italiana di Isola
Piazza Manzioli 5
6310 ISOLA-IZOLA
SLOVENIA

LEGGE SULLE COMUNIT└ NAZIONALI AUTOGESTITE

(traduzione) UL/BU R.S. del 20. ottobre 1994, No 65)


 


I. DISPOSIZIONI GENERALI


art. 1


Per realizzare i diritti speciali, garantiti dalla Costituzione della Repubblica di Slovenia, per attuare le proprie esigenze e interessi e per la partecipazione organizzata agli affari pubblici, gli appartenenti alle comunità nazionali rispettivamente italiana e magiara nelle zone in cui vivono in modo autoctono istituiscono comunità autogestite delle nazionalità.


art. 2


Le comunità autogestite delle nazionalità sono persone di diritto pubblico.


 


II. ATTRIBUZIONI DELLE COMUNITÀ AUTOGESTITE DELLE NAZIONALITÀ


art. 3


Le comunità autogestite delle nazionalità assolvono le seguenti attribuzioni:


- in conformità alla Costituzione e alla legge deliberano autonomamente su tutte le questioni di loro competenza,


- in conformità alla legge danno il consenso in questioni relative alla tutela dei diritti speciali delle comunità nazionali su cui deliberano assieme agli organi delle comunità d'autogestione locali.


- trattano ed esaminano le questioni relative alla situazione delle comunità nazionali, adottano posizioni e avanzano proposte e iniziative agli organi competenti,


- promuovono e organizzano attività che contribuiscono a conservare l'identità nazionale degli appartenenti alle comunità nazionali rispettivamente italiana e magiara.


art. 4


Le comunità autogestite delle nazionalità assolvono le attribuzioni di cui al precedente comma in seguenti modi:


- promuovono e organizzano attività culturali, quelle nel campo della ricerca e dell'informazione nonché attività editoriali ed economiche per lo sviluppo delle comunità nazionali,


- istituiscono organizzazioni ed enti pubblici,


- seguono e promuovono lo sviluppo dell'educazione e dell'istruzione per


gli appartenenti alle comunità nazionali e in conformità alla legge partecipano alla programmazione e organizzazione delle attività educative e istruttive nonché alla preparazione dei programmi educativi e istruttivi.


- sviluppano contatti con la nazione madre, con gli appartenenti alle comunità nazionali negli altri stati e con le organizzazioni internazionali,


- in conformità alla legge assolvono attribuzioni di competenza dello Stato,


- assolvono altre attribuzioni in conformità allo Statuto.


art. 5


Le comunità autogestite delle nazionalità collaborano con i rappresentanti delle comunità nazionali, eletti agli organi delle comunità locali d'autogestione e alla Camera dello Stato, con gli organi delle comunità locali d'autogestione e con gli organi statali.


 


III. ORGANIZZAZIONE


art. 6


Gli appartenenti alle comunità nazionali rispettivamente italiana e magiara che vivono in modo autoctono nelle zone nazionalmente miste istituiscono comunità autogestite comunali delle nazionalità.


art.7


L’organo supremo della comunità autogestita comunale della nazionalità è il consiglio della comunità autogestita della nazionalità che viene eletto dagli appartenenti alla comunità nazionale con voto diretto.


art. 8


II diritto di voto e di venir eletti membri al consiglio della comunità autogestita comunale della nazionalità spetta agli appartenenti alla comunità nazionale che hanno il diritto di voto e risultano iscritti nei registri elettorali speciali di un dato comune, appartenenti alle comunità nazionali.


Le elezioni al consiglio della comunità autogestita comunale della nazionalità si effettuano di regola contemporaneamente alle elezioni agli organi delle comunità locali d'autogestione. A tal fine si applicano con il criterio di opportunità le disposizioni della legge sulle elezioni locali.


art. 9


Le comunità autogestite comunali delle nazionalità si collegano rispettivamente nella comunità autogestita della nazionalità italiana e nella comunità autogestita della nazionalità magiara nella Repubblica di Slovenia.


L'organo supremo della comunità autogestita della nazionalità è il consiglio della comunità autogestita della nazionalità.


art. 10


II consiglio della comunità autogestita della nazionalità nell'ambito delle sue competenze:


- approva lo Statuto ed altri atti della comunità autogestita della nazionalità,


- approva il piano finanziario e il rendiconto finale,


- in conformità allo Statuto elegge gli organismi di lavoro e nomina i funzionari della comunità autogestita della nazionalità,


- assolve altre attribuzioni in conformità allo Statuto.


art. 11


Con lo Statuto della comunità autogestita della nazionalità si determinano più dettagliatamente le attribuzioni e le competenze della stessa, l'organizzazione, il modo in cui si delibera, il modo e le forme di rappresentanza della comunità autogestita della nazionalità nella Repubblica di Slovenia e il modo in cui si effettuano le elezioni agli organi della comunità autogestita della nazionalità.


Con lo Statuto si determinano pure il modo e le forme di collaborazione della comunità autogestita della nazionalità con le organizzazioni, associazioni, unioni ed altre forme di attività che sono istituite dagli appartenenti alle comunità nazionali per attuare i propri diritti speciali.


 


IV. RAPPORTO CON GLI ORGANI DELLE COMUNITÀ LOCALI D'AUTOGESTIONE


art. 12


Le comunità autogestite delle nazionalità avanzano alle comunità locali d'autogestione proposte, iniziative e pareri sulle questioni relative alla situazione delle comunità nazionali e alla conservazione delle caratteristiche di zone nazionalmente miste.


Gli organi delle comunità locali d'autogestione devono esaminare le iniziative di cui al precedente comma e prendere posizione in merito ad esse.


art. 13


Prima di decidere sul consenso nelle questioni relative ai diritti speciali degli appartenenti alle comunità nazionali, i rappresentanti della comunità nazionale, eletti ai consigli delle comunità locali d'autogestione, devono acquisire il consenso delle comunità autogestite delle nazionalità.


art. 14


Le comunità locali d'autogestione devono assicurare alla comunità autogestita della nazionalità i locali urgentemente necessari e altre possibilità materiali per il lavoro.


 


V. RAPPORTO CON GLI ORGANI STATALI


art. 15


Le comunità autogestite delle nazionalità avanzano alla Camera dello Stato, al governo e agli altri organi statali proposte, iniziative e pareri su tutte le questioni in materia che rientra nella loro competenza.


Quando gli organi statali deliberano sulle questioni relative alla situazione degli appartenenti alle comunità nazionali devono anticipatamente acquisire il parere delle comunità autogestite delle nazionalità.


 


VI. CONTATTI CON LA NAZIONE MADRE E CON LE COMUNITÀ NAZIONALI IN ALTRI STATI


art. 16


Le comunità autogestite delle nazionalità collaborano con le due nazioni madre e con i loro Stati, con gli appartenenti alle comunità nazionali in altri stati e con le organizzazioni internazionali.


art. 17


Alla preparazione di accordi interstatali relativi alla situazione delle comunità nazionali e alla tutela dei loro diritti partecipano anche i rappresentanti delle comunità autogestite delle nazionalità.


 


VII. FINANZIAMENTO


art. 18


I mezzi per le attività delle comunità autogestite comunali delle nazionalità vengono assicurati dal bilancio del comune, i mezzi per le attività delle comunità autogestite delle nazionalità rispettivamente italiana e magiara nella Repubblica di Slovenia invece dal bilancio della Repubblica di Slovenia.


I mezzi per le attività delle organizzazioni e degli enti pubblici che operano per colmare le esigenze delle comunità nazionali nonché per il finanziamento delle attività di cui all’art. 16 vengono assicurati in conformità alla legge dai mezzi delle comunità locali d'autogestione, dal bilancio della Repubblica di Slovenia e da altre fonti.


 


VIII. DISPOSIZIONI TRANSITORIE E DISPOSIZIONE FINALE


art. 19


La delibera sull'indizione delle prime elezioni nel consiglio della comunità autogestita comunale della nazionalità e la delibera sul numero dei membri del consiglio vengono adottate dalle comunità autogestite comunali delle nazionalità italiana e magiara finora esistenti per le zone dei comuni finora esistenti.


art. 20


Le comunità autogestite delle nazionalità si organizzano e adeguano il proprio funzionamento alle disposizioni della presente legge al massimo entro sei mesi dalle prime elezioni agli organi delle comunità locali d'autogestione.


art. 21


La presente legge entra in vigore il quindicesimo giorno dopo la sua pubblicazione nella gazzetta ufficiale "Uradni list Republike Slovenije".


 


 


Presidente della Camera dello Stato della Repubblica di Slovenia


Jo×ef Skolč


 


 


No. 009-01/13-6/3


Lubiana, addì 5 ottobre 1994


 

 
Indice documenti - Documenti - LEGGI - LEGGE SULLE COMUNIT└ NAZIONALI AUTOGESTITE
Ultime notizie